martedì 27 maggio 2008

L'Italia che cambia

Ho apprezzato davvero molto questo intervento. Mi informerò, partendo dal verificare ed approfondire le questioni che Travaglio ha opposto a quelle dei maggiori media nazionali.

La sola cosa che mi preme dire è di cercare vie nuove d'informazione anche all'interno della tv stessa, senza fare di tutta l'erba un fascio: è stata ad esempio una piacevole sorpresa il programma "Exit" di Ilaria D'Amico su la7, e invito chiunque ne abbia la possibilità, di seguire alla mattina Rai News 24 (anche su Rai3) nell'ora dalle 7 alle 8. A parer mio due ottimi esempi di fare informazione.

6 commenti:

il Russo ha detto...

Mi stupisco come un Alberoni possa ancora esser preso sul serio, troppo facile per uno come Travaglio prenderlo come spunto ed implicitamente pigliarlo per il culo per tutto il tempo.
Sottoscrivo quello detto qualche giorno fa da un ben noto opinionista: Travaglio, oltre che un buon giornalista in questo iper mediocre panorama nonostante certe scivolate, in video funziona benissimo.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Parole vere e sacrosante quelle di Travaglio!

Su Exit: lo guardavo già anche nell'edizione della passata stagione. Merita, è un programma serio.

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Mi chiedo cosa possa aver fumato alberoni. Quello che dice Travaglio è tutto vero. mi chiedo solo il perchè, di quella campagna elettorale del suo amico Grillo. Adesso è inutile lamentarsi anche se è giusto informare.

NADIA ha detto...

come al solito il governo berlusconi continua a buttar fumo negli occhi aiutato come si vede da uno stuolo di furbetti come Alberoni, che un esempio di genio non mi è mai sembrato!!!!la moglie pue peggio!!!!!
hasta siempre!!!!!

Pellescura ha detto...

Alberoni. Se uno come lui ha fatto i soldi scrivendo quelle cagate banali significa che siamo proprio un paese del cazzo!
Mi ricordo i pezzi sul corriere in prima pagina, esilaranti per banalità. Vabbeh, questa è la triste storia.

nespolina ha detto...

Travaglio si riconferma un grande, poi adoro la sua diplomazia nel parlare...comunque apparte le precisazioni sul reato di clandestinità sono cose evidenti penso a tutti...perlomeno a quelli che hanno una mentalità aperta come la nostra :-)